Corso di Alta Formazione per MEDIATORE FAMILIARE

 

Riconosciuto dall'A.I.Me.F.

 

con il Patrocinio di 

Associazione Magistrati - Bari

 

Università degli Studi di Bari

 

Ordine degli Avvocati di Bari

UDAI - Unione degli Avvocati di Bari

 

durata: BIENNALE di 320 ore inclusi stage

sede: Centro Studi CISEM, via F. Lattanzio 23 - BARI

Aperte le iscrizioni entro il 06 settembre 2017

AIMeF
Associazione Nazionale Magistrati Bari
Ordine Avvocati Bari
UDAI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Area Diritto


Brochure Corso Mediatore Familiare _320
Documento Adobe Acrobat 235.7 KB

PRESENTAZIONE 

 

Il costante aumento delle separazioni registrato negli ultimi anni ha condotto all’esigenza di ripensare, in termini formativi, al ruolo delle figure professionali coinvolte nel processo di gestione delle conseguenti situazioni di conflittualità, nel loro complessivo atteggiarsi sul fronte giuridico e sociale. In tale contesto, particolare rilievo assume la figura del Mediatore familiare, quale professionalità competente, in grado di inserirsi nel terreno affettivo della coppia in via di separazione, accompagnando i soggetti coinvolti verso soluzioni alternative al conflitto, nel supremo interesse dei figli.

 

FINALITA’ del CORSO 

 

Il Corso, che osserva gli standard dettati dalle Norme UNI, nonché del nuovo Regolamento dell’A.I.Me.F.Associazione Italiana Mediatori Familiari - ha la finalità di attribuire la Qualifica di Mediatore familiare. Esso, mediante l’approfondimento di competenze interdisciplinari, si propone di formare professionisti in grado di strutturare metodologie d’intervento per la restituzione della capacità e dell’autonomia decisionale alla coppia genitoriale, per la elicitazione delle proprie competenze. Il percorso formativo favorisce l’apprendimento sia di elementi teorici e culturali, sia di specifiche competenze pratiche, relazionali ed operative.

 

SBOCCHI OCCUPAZIONALI 

 

In virtù della normativa nazionale e della legge regionale - art. 24 Legge n.19/2006 e regolamento regionale n.19/2008 - il Mediatore familiare ha dunque la possibilità di operare sia all’interno di strutture pubbliche - Servizi Sociali, Consultori e Centri per le famiglie – sia nell’ambito privato – presso studi professionali o Centri di Mediazione, oltre che nell’ambito della nuova Procedura Collaborativa e nella Negoziazione Assistita, quale componente del team dei professionisti che accompagna la coppia verso accordi condivisi di separazione o divorzio.

 

DESTINATARI 

 

Il Corso è indirizzato a professionisti ed operatori professionali impegnati nella valutazione e nella gestione di conflitti familiari, con particolare riguardo alla separazione ed alle conseguenze del divorzio. Più in particolare, a persone in possesso di laurea in Lettere e Filosofia, Scienze dell’Educazione, Psicologia, Medicina, Pedagogia, Giurisprudenza, Sociologia, o in possesso di Laurea Breve, Educatori e Assistenti Sociali, Scienze della Comunicazione, Scienze della Formazione, Scienze giuridiche, Scienze Sociologiche, Scienze Psicologiche, Scienze Filosofiche. Diplomi superiori a cui sia seguita un’esperienza lavorativa almeno triennale nel campo dell’insegnamento, dell’educazione o dell’intervento sociale e, più in generale, nei contesti di consulenza e assistenza alla famiglia.

  

ARTICOLAZIONE DEL CORSO 

 

Il Corso, in base al nuovo Regolamento AIMeF, avrà durata biennale (due anni solari completi dalla data della prima lezione alla data dell’esame di secondo livello) per complessive 320 ore;

 

 

 - nel primo anno, la formazione teorico-pratica sarà articolata in 240 ore frequentate in presenza, con massimo il 20% di ore di assenza, di cui 170 sulle materie relative alla Mediazione familiare (teoria ed esercitazioni) e 70 su materie e competenze complementari;

 - inoltre, nel primo anno, si terranno 40 ore di stage; il numero delle ore di stage, da svolgersi prima dell’esame di primo livello, sarà pari a 40 -di cui 20 ore di pratica presso professionisti, centri e/o enti pubblici o privati che svolgono sedute di Mediazione familiare.

 - Al termine del primo anno, il candidato affronterà in sede, alla presenza in un Osservatore AIMeF, l’esame di primo livello consistente in tesi, esame scritto e pratico.

 - Nel secondo anno, per affrontare l’esame di secondo livello, il candidato si dovrà sottoporre a 40 ore di supervisione didattica e professionale sui casi condotti personalmente in qualità di Mediatore Familiare;

 - al termine del secondo anno il candidato sosterrà in sede, alla presenza in un Osservatore AIMeF, l’esame di secondo livello di “qualifica professionale”, consistente in un colloquio valutativo basato su una tesi che descriva e analizzi il percorso formativo biennale e uno o più casi mediati personalmente dal candidato.

 

RICONOSCIMENTI 

Il Corso sarà riconosciuto dall’Associazione Italiana Mediatori Familiari (A.I.Me.F.).

 Ad Avvocati ed Assistenti Sociali partecipanti saranno riconosciuti i crediti formativi e deontologici.

 

RILASCIO ATTESTATO/TITOLO CONSEGUITO 

 

Al termine del primo anno, ai partecipanti che avranno frequentato l’80% delle lezioni, e superato l’esame di primo livello, sarà rilasciato un Attestato di “idoneità alla pratica guidata supervisionata con attribuzione di giudizio complessivo finale.

 Al termine del secondo anno, a seguito della supervisione didattica e professionale sui casi condotti personalmente dal candidato in qualità di Mediatore familiare, al candidato che avrà superato l’esame di secondo livello, sarà rilasciato l’Attestato di qualifica di “Mediatore Familiare”.

 

DOCENTI

 

Modulo di mediazione familiare e giuridico

 

Avv. Annunziata Calfapietro (Foro di Bari, Mediatore Familiare A.I.Me.F. e A.N.A.Me.F. – Formatore - Consigliere Nazionale IICL)  

 

Modulo di mediazione familiare e sociologico

 

Prof. Fulvia D’Elia (Mediatore Familiare A.I.Me.F. – Professionista Collaborativo IICL)

 

Prof.ssa Angela Maria Volpicella (Docente di Pedagogia presso l’Università degli Studi di Bari)

 

Dr. Ugo Candido Scardaccione (Mediatore Familiare - Assistente Sociale) 

 

Modulo psicologico

 

Dott. Saverio Abbruzzese (Psicologo, Psicoterapeuta, Criminologo)

 

Prof. Ignazio Grattagliano (Psicologo, Psicoterapeuta, Docente di Criminologia Università degli Studi di Bari) 

 

Modulo giuridico

 

Avv. Lucrezia Maselli (Foro di Bari – Professionista Collaborativo IICL)

 

Avv. Daniela Angelini (Foro di Bari – Professionista Collaborativo IICL)

 

Prof. Adriana Addante (Docente di Diritto Privato Università degli Studi di Foggia)

 

FREQUENZA 

 

Gli iscritti avranno l’obbligo di frequentare le lezioni, le esercitazioni e gli stages, che si svolgeranno secondo un calendario comunicato ai corsisti.

 Il tetto massimo delle assenze consentite a ciascuno inscritto non potrà superare il 20% delle ore di attività in aula e di stage.

 Il Comitato Tecnico Scientifico si riserva di esaminare i casi di assenza superiori alla percentuale indicata.

 Sono previste verifiche semestrali da espletarsi secondo le modalità indicate dal Direttore del Corso e dal Comitato Tecnico Scientifico e finalizzate ad accertare la progressiva maturazione nell’apprendimento degli argomenti trattati; l’attività di stage, inoltre, sarà svolta sotto la supervisione del Responsabile del coordinamento e svolgimento del tirocinio.

 

PROVA FINALE 

 

Al termine del primo e del secondo anno di Corso, i partecipanti in regola con gli adempimenti formali e sostanziali, dovranno sostenere, di fronte ad una Commissione d’esame composta da membri interni ed esterni, una prova finale scritta e una prova orale.

Il Corso è a numero chiuso ed è riservato ad un numero massimo di venticinque iscritti.

 

MATERIALE DIDATTICO

 

Il materiale didattico sarà trasmesso in formato elettronico ai partecipanti al Corso.

 

CLAUSOLE CONTRATTUALI

 

Il Corso sarà avviato al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

Il Centro Studi CISEM, ove strettamente necessario, si riserva la facoltà di variare sede, date e Relatori, inviando sollecita comunicazione ai partecipanti a mezzo e.mail.

In caso di annullamento del Corso, il CISEM si impegna alla sola restituzione della quota di iscrizione corrisposta, in tutti gli altri casi viene espressamente escluso il diritto a reclamare rimborsi, anche parziali.

In caso di stage residenziali, i costi di pernottamento e vitto sono a carico del partecipante.

 

INFORMAZIONI

 

Sede del Corso

Centro Studi CISEM, via F. Lattanzio, n.23/25 - 70126 Bari

 

Segreteria

Centro Studi CISEM: via F. Lattanzio, n.23 (p.t.) - 70126 Bari

Orari: dal martedì al venerdì dalle ore 16,30 alle ore 19,00

tel/fax: 080.5541883 - 080.9645563 – mobile: 327.3687959

mobile Resp. Formazione CISEM - Avv. Silvia Addante: 347.6557473

e-mail: info@cisembari.it - sito internet: www.cisembari.net